La nostra Storia

La Cooperativa sociale “Famiglia Ottolini” è una cooperativa sociale che si è costituita nel 2002, grazie all’impegno del suo fondatore Don Anselmo Cattaneo, Parroco di Suardi. La costituzione della cooperativa è conseguente alla donazione, a favore della Parrocchia di Suardi, della bella e vasta tenuta agricola di proprietà del signor Luigi Ottolini. Il Signor Luigi Ottolini è stato un famoso tenore degli anni ’50 e ’60 che ha svolto la sua fortunata carriera in Italia, in Europa e in Sud America. Con atto testamentario decise di donare, anche per aver conosciuto ed apprezzato lo spirito di don Anselmo, la sua tenuta agricola alla Parrocchia Di Suardi, affinché tale bene fosse destinato ad iniziative di utilità e solidarietà sociale.

Per tale ragione don Anselmo, già molto attivo in opere sociali, promosse incontri mirati con referenti istituzionali del territorio e responsabili del terzo settore, per individuare l’opera che maggiormente rispondesse ai bisogni ed alle necessità di quel momento. In ragione di tali approfondimenti e con il consenso dell’allora Vescovo di Vigevano Monsignor Giovanni Locatelli, si da vita così alla citata cooperativa, con lo scopo di divenire ente gestore di una Comunità educativa dedicata prioritariamente a favore dei minori stranieri non accompagnati, che rappresentavano, in quel momento, unarilevante emergenza sociale.

La cooperativa nasce aggregando come soci fondatori diversi operatori attivi nel campo dei diritti dei minori, della promozione e tutela dei soggetti svantaggiati, della cooperazione internazionale allo sviluppo, della integrazione dei migranti. Tra questi il dott. Pier Francesco Damiani, nominato vice presidente della Cooperativa, esperto in progettazione sociale e caro amico di Don Anselmo con cui aveva condiviso, pochi anni prima, una esperienza di cooperazione in sud America nell’ambito di un progetto salesiano a favore dei muchachos de la calle di Santo Domingo. Grazie ai progetti presentati dalla Cooperative ed approvati dalla Fondazione Cariplo e dalla Fondazione Banca del Monte diviene quindi possibile ristrutturare e mettere a norma
la tenuta agricola (donata in comodato gratuito dalla Parrocchia alla Cooperativa) così che nel maggio 2005 si inaugurare, con una grande festa popolare ed alla presenza delle principali autorità del territorio, la “Comunità educativa di II° accoglienza per minori soli Mulino di Suardi”. La Comunità gode del Patrocinio del Comitato Provinciale di Pavia dell’ UNICEF. I primi ragazzi ospiti sono adolescenti provenienti dal Marocco, dalla Tunisia e dall’ Egitto.

La Comunità, ispirata ai principi sociali e pedagogici della “centralità della persona” e del “protagonismo degli ospiti” svolge le sue prime attività in stretta sinergia con le realtà del territorio, divenendo anche uno spazio di incontro, riflessione, formazione ed animazione sulle tematiche relative ai diritti dei minori e dei migranti, alla cooperazione internazionale e al dialogo interculturale, alla tutela e sostenibilità ambientale.
Negli anni successivi la Cooperativa amplia le sue attività dando vita ad uno specifico ed autonomo spazio finalizzato a promuovere l’autonomia gestionale per i ragazzi in fase di conclusione del percorso comunitario. Tale struttura, ricavata in un appartamento sito nel comune di Suardi è stato denominato Alloggio per l’ Autonomia di Suardi ed ospita tre ragazzi. Inoltre nel 2014, su esplicita richiesta del Centro Giustizia Minorile di Milano, che con cui si era già avviata una proficua collaborazione nel periodo precedente, aprendo i servizi della Cooperativa anche a favore dei minori sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria, nasce e si accredita la Comunità educativa Cambio, concepita come una comunità di Pronto Intervento, in grado di ospitare quattro ragazzi. Le tre strutture citate svolgono le proprie attività educative in stretta sinergia, sotto la stessa Direzione che coordina le attività di tutti gli educatori, operatori e volontari coinvolti.